Sauvignon

Collezione Privata

(Collezione Privata)

LA STORIA

In Friuli il Sauvignon è considerano nato e cresciuto in quella terra. Ma i più ignorano la sua storia che è relativamente recente. Infatti la sua coltivazione è documentata a partire dagli anni ’80 del XIX° secolo. Dopo le distruzioni provocate dall’oidio, i possidenti friulani fecero arrivare da altri paesi europei varietà adatte a una produzione di qualità. È il caso del Sauvignon che transitò dalla regione francese di Bordeaux sino in Friuli (diverse sono le testimonianze scritte che lo provano), probabilmente assieme alla Sauvignonasse ovvero il Tocai, vitigno che alla fine dell’800 venne segnalato nella zona di Sauternes. C’è somiglianza tra Sauvignon e Sauvignonasse/Tocai per quanto riguarda la morfologia della vite e le caratteristiche dei vini. Infatti, i contadini friulani chiamarono il Sauvignon “Tocai aromatico”.
(Costantini Enos, Mattaloni Claudio, Petrussi Carlo, La vite nella storia e nella cultura del Friuli, Forum Edizioni, 2007.)

Vitigno

sauvignon; terreni arenario marnosi.

Esposizione

sud / sud – ovest

Resa / Ha

110 q/Ha c.a.

Allevamento

guyot

Colore

giallo paglia

Profumo

ha ricchezza di sfumature odorose distinte da note agrumate e fiori, melone e peperone giallo

Gusto

si distingue per piacevole morbidezza ben bilanciata a fine sapidità. Il sorso è fresco e persistente

Temperatura di servizio

12°C

Gradazione alcolica

13,5% Vol. c.a.

Download the factsheet

la raccolta è manuale verso la metà di settembre e nelle ore più fresche della giornata. Attenta è la selezione delle uve in vigna

l’uva viene pigiata e successivamente pressata. Dopo la decantazione del mosto a temperatura di 8°C per 24 ore, si innesca la fermentazione in acciaio per circa 15 giorni

la maturazione avviene in acciaio per 4-6 mesi, periodo durante il quale il vino rimane sulle fecce fini e si attua il bâtonnage sino a gennaio. Prima di essere imbottigliato viene lievemente filtrato nel rispetto della sua integrità. Giace, quindi, al buio e nel silenzio della nostra cantina prima d’essere messo sul mercato

la complessità gustativa del vino esalta ricette elaborate con frutti di mare e una salsa a base d’uovo. Ottimo su ravioli ripieni d’erbette e ricotta. Perfetto sulla carne di maiale accompagnata da formaggi cremosi di capra

Annata 2017
2 Bicchieri Gambero Rosso – Vini d’Italia 2019 2 Bicchieri Gambero Rosso

 

Annata 2016
2 Bicchieri Gambero Rosso – Vini d’Italia 2018 2 Bicchieri Gambero Rosso