Vitigno

merlot; terreni arenario – marnosi

Esposizione

sud / sud – ovest

Resa / Ha

140 q/Ha c.a.

Allevamento

guyot – capovolto

Colore

rosso violaceo intenso

Profumo

delicato di mora e ciliegia

Gusto

la freschezza è sottolineata da discreta sapidità. L’espressione tannica è solo accennata così da poter godere di questo Merlot anche servito fresco

Temperatura di servizio

15°C

Gradazione alcolica

12,5% Vol. c.a.

Scarica scheda completa

Merlot

LA STORIA

Il Merlot, di origine francese, è stato introdotto in Friuli nella seconda metà del XVIII° secolo con l’intento di diffonderlo per sostituire i vitigni nostrani allora ritenuti di minor merito. Verso la fine del secolo menzionato e durante il successivo furono assegnati riconoscimenti alla qualità del vino Merlot, che si diffuse ad ampio raggio in buona parte del Friuli.

(Costantini Enos, Mattaloni Claudio, Petrussi Carlo, La vite nella storia e nella cultura del Friuli, Forum Edizioni, 2007.)

la raccolta avviene a mano e a macchina verso la prima decade di ottobre.

l’uva viene pigiata, quindi pressata. Dopo la decantazione del mosto a temperatura di 8°C per 24 ore, si innesca la fermentazione alcolica in acciaio inox.

dopo la fermentazione alcolica il vino rimane per un breve periodo sulle fecce fini. Segue l’imbottigliamento e un periodo di riposo nella nostra cantina prima d’essere messo sul mercato.

ottimo con crudo di San Daniele o di Parma e una dadolata di melone o fichi settembrini. Da provare con baccalà in bianco.