Pinot grigio

LA STORIA

Il Pinot grigio ha trovato in Friuli il suo ambiente ottimale grazie alla favorevole combinazione di clima, suolo e luce. La numerosa famiglia dei Pinot, di cui il Pinot grigio fa parte, ha contribuito a dar lustro alla viticoltura e all’enologia friulana.

Vitigno

pinot grigio

Suolo

terreni caratterizzati dalla presenza di Flysch di Marne e Arenarie di origine eocenica, localmente chiamati "Ponca"

Esposizione

sud / sud – ovest

Metodi di difesa

difesa fitosanitaria integrata ad impatto ambientale controllato

Degustazione

colore giallo paglierino con riflessi ramati. Al naso piacevoli aromi varietali di pesca gialla, melone, albicocca, agrumi e fiori di tiglio. Avvolgente e fresco al palato, complessità aromatica coerente con l’olfatto ed esaltata da aromi di mango, mela renetta e rosa canina. Finale con frutta bianca e una delicata sapidità

Temperatura di servizio

12°C

Gradazione alcolica

12% Vol. c.a.

Scarica scheda tecnica (italiano)

prima decade di Settembre, a macchina

pressatura soffice e illimpidimento del mosto, quindi fermentazione alcolica in acciaio per circa 15 giorni a temperatura controllata di 16°-18°C

terminata la fermentazione il vino rimane sulle fecce fini per circa 3 mesi

particolarmente adatto a piatti di pesce, risotti, antipasti di molluschi e sformati di verdure