Come Versare il Vino: Tutte le Regole da Osservare

Come disporre i bicchieri sul tavolo

Esiste un numero massimo di calici da disporre sulla tavola imbandita.

Partendo da destra verso sinistra, a formare una linea a 45 gradi, si dispone il primo di quattro bicchieri: quello da acqua, a seguire quello per il vino che accompagna l’antipasto – diverso a seconda che si tratti di vino spumante o vino fermo -, quello per il vino bianco e infine quello per il vino rosso. Il calice per il vino dolce può essere messo in tavola poco prima di servire il dessert.

In ogni bicchiere si versa sempre lo stesso vino, affinché l’aroma di questo non condizioni la degustazione del successivo.

Chi attua il servizio ne versa una quantità minima (15 – 20 ml) nel calice di chi ha scelto il vino. Verificatane la qualità si procede col versare il vino iniziando dalle signore, in ordine di anzianità, e proseguendo con i signori. L’ultimo ad essere servito sarà colui che ha effettuato il primo assaggio.

Come si versa il vino nel calice

Come si versa il vino nel calice

È necessario anzitutto mettersi alla destra dei commensali, la mano sinistra tenuta dietro la schiena, mentre la destra solleva la bottiglia orizzontalmente, facendo attenzione a non coprire l’etichetta.

Il vino va versato senza appoggiare il collo della bottiglia sul bicchiere.

Per evitare di sgocciolare sulla tovaglia si può avvicinare al collo della bottiglia un tovagliolo di cotone.

Prima di versare lo spumante bisogna asciugare la bottiglia, che in precedenza era stata messa nella glacette.

Il vino spumante va versato lentamente per evitare che la spuma fuoriesca dal calice.

Dopo il servizio, si ripone la bottiglia (spumante o vino bianco fermo) nella glacette e si posa sopra il tovagliolo con cui si è asciugato la bottiglia.

Versare una quantità di vino pari a circa un terzo dell’altezza del calice.

Non servire vini diversi in uno stesso bicchiere.

Le bottiglie terminate non si devono mai porre con il collo all’ingiù dentro la glacette.

La temperatura ideale di servizio dev’essere:

  • Spumanti 8°C – 10°C
  • Bianchi e rosati 12°C
  • Rossi 14°C – 15°C
  • Dolci, passiti e liquorosi 8°C – 14°C

 

Seguiteci sui canali Facebook e Instagram


Maria Cristina Pugnetti, nata a Udine nel 1964, laureata in Economia Aziendale all’Università Cà Foscari di Venezia, ha un Master nel digital marketing conseguito presso Il Sole24 Ore di Milano. Autrice di numerosi articoli: per Tiere Furlane – rivista di cultura del territorio del Friuli Venezia Giulia – , Voce Isontina, Il Popolo, Vita Nuova, La Vita Cattolica, Il Quotidiano Fvg, Il Gazzettino sez. Udine, e per la Società Filologica Friulana. Correttore di bozze di diversi libri e volumi, convinta che sia un mestiere difficile ma bellissimo. Organizzatrice di eventi culturali. Ha un blog personale: Vinidellanima.it dedicato alla diffusione della cultura di vino e cibo, scrive anche nel blog dell’Azienda Tenimenti Civa, di cui è Responsabile Marketing e Comunicazione.

Ti potrebbe interessare:

  1. Come acquistare il vino al supermercato
  2. Come stappare una Bottiglia di Vino