Nuovo disciplinare per la Ribolla Gialla di Tenimenti Civa

 

L’opinione di Valerio Civa, produttore nei Colli Orientali del Friuli, che della Ribolla Gialla ha fatto il focus aziendale.

 

Si sono conclusi gli incontri di Categoria per la definizione del Nuovo Disciplinare della Ribolla gialla, uno dei vini bandiera del Friuli Venezia Giulia, che attualmente si può produrre nella versione ferma come: Doc Friuli Colli Orientali, Doc Collio o Igt Venezia Giulia (quest’ultima contempla anche la tipologia frizzante).

Mentre la Ribolla Gialla spumante può essere rivendicata come Doc Friuli o con l’indicazione in etichetta della sola varietà (Ribolla gialla vino spumante).

Valerio Civa parla del disciplinare sulla Ribolla Gialla di Tenimenti Civa

<<Il 95% della Ribolla gialla spumante – ha affermato Valerio Civa titolare dei Tenimenti Civa sulle colline di Bellazoia di Povoletto- viene venduta senza alcuna indicazione geografica. L’obiettivo, invece, è portare l’indicazione del solo varietale e l’Igt a Doc Friuli per tutelare l’immagine della Ribolla associata al Friuli.

Un altro elemento imprescindibile del Nuovo Disciplinare è l’iscrizione del vitigno nel Registro Nazionale delle Varietà con un nuovo nome – sono al vaglio degli esperti diverse possibilità – ma solo i produttori del Friuli Venezia Giulia potranno indicare in etichetta Ribolla gialla. Un passo rilevante anche per i consumatori che in tal modo possono comprendere correttamente la Zona di provenienza/produzione e valutare la qualità del vino.

La discussione sul Nuovo Disciplinareha aggiunto Civa – ha richiesto lunghi tempi di confronto tra le varie Categorie, forse per una mancata volontà e/o per una non perfetta conoscenza delle norme che regolano la materia dei Disciplinari.

Solo con il neo Presidente del Consorzio delle Doc del Fvg, Adriano Gigante, si è avuta una importante accelerazione nel trovare un accordo tra le parti. Ho partecipato al dibattito sul vitigno – ha proseguito – portando il mio contributo professionale, suggerendo linee guida per la definizione del Disciplinare e alcune regole che potessero rispondere alle diverse esigenze dei produttori, ma che al contempo garantissero la qualità che la Ribolla gialla esprime in questo territorio, pur nelle inevitabili differenze tra collina e pianura.

Nei prossimi giorni la Proposta sarà presentata alla Regione Friuli Venezia Giulia, che ci auguriamo la inoltri al Ministero per le Politiche Agricole in tempi brevissimi. I produttori chiedono tutela e rassicurazione sul futuro della Ribolla gialla che può arrivare solo dall’approvazione tempestiva del Nuovo Disciplinare. Ma anche i consumatori vogliono sempre maggiore chiarezza su cosa bevono.

La Ribolla gialla è indubbiamente il prodotto di maggior successo dell’anno che si è appena concluso. Infatti, dopo quattro anni di crescita continua con medie del 35%, anche nel 2018 si è avuto un incremento del 30% circa. Un grande successo per un vitigno e un vino che si identifica fortemente con il Friuli Venezia Giulia; spero che nessuno voglia rovinare tale percorso>>.

 

Seguiteci sui canali Facebook e Instagram

 

Maria Cristina Pugnetti