Schioppettino

Biele Zôe Cuvée 85 15

LA STORIA

È molto probabile la secolare presenza della Ribolla nera, vitigno con cui si produce il vino Schioppettino, nella Valle del Judrio, anche se il primo documento che attesta la sua esistenza è del 1863. Molte sono state le vicissitudini che hanno seriamente minato la sua sopravvivenza. Solo grazie all’impegno delle famiglie Rapuzzi e Nonino, all’allora sindaco di Prepotto Bernardo Bruno, ai viticoltori, alle istituzioni, alla stampa e al mondo scientifico la coltivazione della Ribolla nera non è stata abbandonata, e oggi si può godere della qualità di ottimi vini.

(Costantini Enos, Mattaloni Claudio, Petrussi Carlo, La vite nella storia e nella cultura del Friuli, Forum Edizioni, 2007.)

Vitigno

schioppettino

Suolo

terreni caratterizzati dalla presenza di Flysch di Marne e Arenarie di origine eocenica, localmente chiamati "Ponca"

Esposizione

sud / sud – ovest

Metodi di difesa

difesa fitosanitaria integrata ad impatto ambientale controllato

Degustazione

si presenta con un colore rosso rubino intenso. Naso fresco e fruttato, vivace, con aromi di sottobosco, mirtilli neri, amarena matura e petali di rosa. Al palato è intenso e di facile beva, con sento

Temperatura di servizio

15°C

Gradazione alcolica

12,5% Vol. c.a.

Scarica scheda tecnica (italiano)

prima decade di Ottobre, a mano o a macchina, nelle ore più fresche della giornata

macerazione pre-fermentativa a freddo (10°-15°C). Dopo alcuni giorni si scalda la massa e si attiva la fermentazione alcolica in vasche d’acciaio, a temperatura controllata per circa due settimane. Durante questo periodo si attuano rimontaggi giornalieri per favorire la cessione delle sostanze presenti nella buccia dell’uva

da abbinare a carni rosse o a carni bianche particolarmente condite, specialmente con funghi